Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1386
SCICLI - 18/10/2014
Cronache - Il terzetto viaggiava a bordo di un’auto

Droga e soldi tra la biancheria intima: donna in arresto

In casa della giovane i militari hanno poi trovato pure un bilancino di precisione per il taglio della droga e altro denaro
Foto CorrierediRagusa.it

Erano in possesso di un notevole quantitativo di stupefacente, oltre che di una bella somma di denaro che i carabinieri ritengono essere frutto dell’attività di spaccio. Per questo motivo sono scattate le manette ai polsi del vittoriese Giovanni Nicotra e degli sciclitani Guglielmo Bonuomo e Concetta La Guardia (da sx nella foto), di 48, 24 e 26 anni. Il terzetto viaggiava a Scicli a bordo di un’auto che aveva attirato l’attenzione dei militari in servizio di controllo del territorio. Gli strani movimenti che si intravedevano dall’abitacolo avevano indotto i carabinieri a fermare il mezzo e a procedere con la perquisizione personale e veicolare che ha dato conferma ai sospetti, facendo saltare fuori droga e soldi. In particolare Concetta La Guardia nascondeva nella biancheria intima che indossava un involucro di cellophane contenente 20 grammi di cocaina e altri 20 grammi di marijuana suddivisi in cinque involucri di carta stagnola. E’ stata una vigilessa della polizia locale di Scicli ad effettuare la «delicata» perquisizione della ragazza, che possedeva pure 200 euro in contanti.

In casa della giovane i militari hanno poi trovato pure un bilancino di precisione per il taglio della droga e altri 310 euro. La donna e i due uomini, già noti per reati di droga, sono stati quindi arrestati per detenzione illecita di sostanza stupefacente ai fini di spaccio in concorso e sottoposti ai domiciliari. Le indagini proseguono per accertare il canale di approvvigionamento della droga mentre saranno intensificati i controlli disposti dal comandante provinciale Sigismondo Fragassi che si è complimentato con i suoi uomini per gli arresti che arginano la piaga sociale del consumo e dello spaccio di stupefacenti.


FELICI
18/10/2014 | 19.12.34
Gianni

Ma ridono perchè sanno che tanto in galera non ci vanno?
MAH...........