Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:31 - Lettori online 1292
SCICLI - 02/09/2014
Cronache - Dal primo settembre è cessato il servizio

Niente più oncologia negli ospedali di Scicli e Comiso

Gli utenti dovranno recarsi a Ragusa Foto Corrierediragusa.it

Stop al servizio di oncologia negli ospedali "Busacca" di Scicli e "Regina Margherita" di Comiso. Da poco più di un anno, i malati di tumore avevano avuto la possibilità di avere un servizio ambulatoriale per le visite, le analisi ed i piani terapeutici. Dal primo settembre il servizio è stato soppresso. O meglio: il servizio, attivato dall’Asp 7 con un progetto incentivante, è scaduto e, per ora, non sarà rinnovato. Per ora non ci sono le risorse economiche e pare che i sindacati sanitari abbiano manifestato la volontà di non dare il loro assenso alla proroga del progetto. E’ lo stesso direttore generale, Maurizio Aricò, a spiegare come stanno le cose. «L’Azienda – ha detto Aricò –ha attivato un progetto ad hoc per sperimentare la fattibilità e l’utilità dell’esecuzione di ambulatori medici di oncologia in sedi decentrate. La sperimentazione è stata condotta utilizzando risorse messe a disposizione col consenso delle organizzazioni sindacali e provenienti dal fondo di produttività del personale dell’Azienda Sanitaria. Per quanto l’esperienza si sia rivelata fattibile e interessante l’azienda deve prendere nota che le organizzazioni sindacali hanno rivendicato con energia il diritto di selezionare obiettivi di produttività accessibili al maggior numero di dipendenti di aree diverse».

I sindacati hanno intanto chiesto all’Asp 7 «La revisione dei progetti e, in particolare, la non prosecuzione dei progetti passati». Questo non consentirà di far ripartire il progetto con questi fondi. I pazienti che finora hanno usufruito del servizio, che ha prodotto risultati notevoli ed un forte numero di utenti, dovranno rivolgersi a Ragusa.