Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 768
SCICLI - 02/04/2014
Cronache - Chiara la matrice dolosa del rogo. Le fiamme appiccate nel vano cucine

VIDEO e FOTO "Pata Pata" bruciato

Già nel 2001 la struttura era stata gravemente danneggiata Foto Corrierediragusa.it

Si respira ancora un forte odore di bruciato tra i resti anneriti dalle fiamme dello chalet pub "Pata Pata" di Sampieri, frazione balneare sciclitana nei pressi della Fornace Penna, tra le location più suggestive di Montalbano.



Mancano più di due mesi all’estate ma già qualcuno tenta di tarpare le ali all’imprenditore Giorgio Vindigni, proprietario di uno dei locali più gettonati del litorale ibleo e anche consigliere comunale a Scicli. Ha difatti l’amaro sapore dell’intimidazione l’incendio doloso appiccato nella notte dai piromani con la benzina sparsa in due diversi punti all’esterno della struttura di legno. Le fiamme hanno mandato in fumo le cucine, gli elettrodomestici e gli arredi, distruggendo buona parte del tetto e delle pareti, per circa 250mila euro di danni. I vigili del fuoco hanno lavorato sodo per oltre cinque ore, fino all’alba, per domare l’incendio. Il titolare, che era comunque assicurato, non avrebbe ricevuto minacce o richieste estorsive, come dichiarato ai Carabinieri che non escludono nessuna pista.

Il "Pata Pata" era già stato dato alle fiamme nel 2001, mentre l’estate scorsa i piromani avevano distrutto, sempre a Sampieri, altri due chalet, di cui uno ricostruito in tempi record. Intanto mercoledì sera  tanti cittadini si sono riuniti nella piazza dinanzi al municipio a Scicli con in testa il sindaco Franco Susino in segno di solidarietà all’imprenditore. Lo stesso Susino ha manifestato la solidarietà di tutta la città a Giorgio Vindigni, titolare della struttura. Vindigni da parte sua ha detto: "Ricominceremo da qui. Non ci fermeranno e saremo pronti per la stagione estiva".

Sotto, le foto del rogo. Cliccate sulle foto per ingrandirle