Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 824
SCICLI - 31/01/2014
Cronache - Due albanesi arrestati dai Carabinieri in 24 ore

Evadono dai domiciliari per un caffè: arrestati

La coppia era stata in precedenza trovata in possesso di droga e contante probabile provento dello spaccio di droga Foto Corrierediragusa.it

Evadono per andare a consumare un caffè al bar e i carabinieri li arrestano due volte nell’arco di poche ore: recidivi nel delinquere Endrion e Viktor Tabaku. I cugini di nazionalità albanese, 20 anni il primo e 24 il secondo, a distanza di nemmeno ventiquattr’ore dall’arresto per possesso di droga ai fini spaccio, vengono di nuovo ammanettati per evasione dai domiciliari. Regime restrittivo cui erano stati sottoposti poiché sorpresi con 500 grammi di marijuana e quasi mille e trecento euro di denaro in tasca contante, probabilmente frutto dell’illecito spaccio.

I Carabinieri della Tenenza di Scicli hanno proceduto nuovamente all’arresto dei cugini albanesi, che, questa volta, dovranno rispondere del reato di evasione, violando i domiciliari, decidendo di fare un giro per Scicli per, poi, andare prendere un caffè al bar.Non hanno però fatto i conti coi militari, che, proprio in quel momento, stavano transitando di pattuglia davanti al bar dove sorseggiavano il caffè. La bevanda è di sicuro andata loro di traverso, considerando che, pochi istanti dopo, sono stati dichiarati in arresto con l’accusa di evasione e portati in carcere a Ragusa su disposizione dell’Autorità giudiziaria.

ERANO CON LA DROGA ADDOSSO
Sorpresi con 500 grammi di marijuana nascosti nel portaoggetti del motorino e con mille 250 euro, ricavati quasi sicuramente spacciando droga. I carabinieri hanno arrestato Endrion Tabaku, 20 anni, e Viktor Tabaku, 24 anni, albanesi, disoccupati e già noti alle forze dell’ordine. I due sono ritenuti responsabili del reato in concorso di detenzione di marijuana ai fini di spaccio e posti agli arresti domiciliari. I Tabaku sono stati perquisiti dai carabinieri e trovati in possesso di circa 500 grammi di marijuana nascosti all’interno del portaoggetti del ciclomotore, parcheggiato nel garage della loro abitazione. I due sono stati trovati inoltre in possesso denaro contante pari a mille 250 euro e, precisamente, 290 euro nelle tasche di Endrion e 960 euro in quelle di Viktor, sicuramente ricavato dall’attività di spaccio. A conclusione degli accertamenti sono scattate le manette per i Tabaku, che, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, sono stati posti agli arresti domiciliari. La droga sequestrata dai carabinieri sarà inviata al laboratorio analisi e si attenderanno gli esiti degli accertamenti in modo da quantificarne inoltre le possibili dosi ricavabili, nonché gli eventuali guadagni che, lo spaccio della stessa sostanza, avrebbe potuto fruttare ai Tabaku.

I controlli effettuati dai Carabinieri rientrano nell’ambito dell’attività di contrasto ai reati in materia di stupefacenti che, solo nell’ultimo mese, hanno portato all’arresto di circa 20 persone, su tutta la giurisdizione della Compagnia carabinieri di Modica, responsabili di reati legati allo spaccio di droga.