Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 712
SCICLI - 15/10/2013
Cronache - Straziante cerimonia al cimitero di Scicli con il pianto di dolore dei parenti

VIDEO - I funerali dei 13 migranti

L’epilogo del tragico sbarco di un paio di settimane fa sulle coste iblee
Foto CorrierediRagusa.it

Strazianti attimi di puro dolore ai funerali dei 13 eritrei morti annegati nello sbarco dello scorso mese a Sampieri. Fratelli, zii e sorelle giunti da Inghilterra, Germania e Norvegia al cimitero di Scicli hanno pianto su quelle 13 bare allineate e coperte da un telo granata con sopra un anthurium bianco. La commossa omelia del sacerdote eritreo (video) che ha concelebrato le esequie hanno lasciato senza parole.



Il prete copto ha pronunciato parole agghiaccianti: "I giovani scappano dalla loro patria perché altrimenti il loro destino è segnato: sono costretti a fare gli interessi di chi spadroneggia, in alternativa vengono uccisi e abbandonati nel deserto dopo essere stati depredati degli organi. Quindi vi dico di accoglierli, anzi, andateli a prendere". Lo zio di una delle vittime vuole riportare nella terra natìa il nipote, che, appena 23enne e con una laurea in biologia, sperava in un futuro migliore in quel nuovo paese dove ad attenderlo c’era invece la morte. Il sottosegretario all’immigrazione Domenico Manzione ha ribadito l’impegno del governo e dell’Europa per scongiurare il ripetersi di tragedie come questa e quella di Lampedusa. "Il dolore si è toccato con mano. Un dolore che non è solo dei parenti dei migranti morti ma della comunità eritrea e di tutta la comunità italiana".

"Le lacrime del prete eritreo che ha concelebrato la messa - ha aggiunto il sottosegretario all´Interno - mi hanno colpito perché fanno emergere il dramma di queste popolazioni che partono dall´Africa per venire in Europa a trovare un lavoro ed invece trovano la morte. Ho visto il dolore forte di una popolazione che dovrebbe servire a spiegare all´Europa qual è il vero senso della solidarietà".