Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 703
SCICLI - 09/01/2013
Cronache - L’operazione antidroga condotta a Scicli dai Carabinieri

Operazione "Cous-cous": giudizio abbreviato per 2

Lo ha deciso il gip di Palermo per una coppia di tunisini

Giudizio abbreviato per due tunisini arrestati a Scicli dai Carabinieri nell’ambito dell’operazione antidroga «Cous-cous». Lo ha deciso il gip del tribunale di Palermo, competente per territorio in quanto parte dei reati sarebbero stati commessi nel capoluogo isolano. Fodha Ben Habib Chibeb, 33 anni, difeso dagli avvocati Giovanni Favaccio e Gabriella Oliveri, e Mbarek Majed, 32 anni, dovranno comparire dinanzi al giudice il prossimo 5 marzo. Per Majed il gip aveva a suo tempo annullato alcuni capi d’imputazione, quali la rapina, confermando quelli riguardanti la droga.

Entrambi i tunisini restano comunque in carcere ad attendere l’udienza a loro carico, dal momento che la richiesta di remissione in libertà era stata rigettata dal gip che aveva invece concesso i domiciliari a El Jirari Tarik, 36 anni, marocchino, anche lui arrestato al termine dell’operazione antidroga effettuata lo scorso 26 giugno a Scicli, dove la banda avrebbe spacciato cocaina, hashish e marijuana nel «salotto buono» tra piazza Italia via Francesco Mormino Penna.