Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1129
SCICLI - 01/09/2012
Cronache - Tragedia sfiorata nel tratto di mare antistante uno stabilimento balneare

Minorenne in surf rischia di annegare. Salvato dai bagnini

Sulla sicurezza in mare carente interviene il vice presidente del Sib, sindacato italiano balneari, e delegato per i rapporti con la Regione Sicilia Marco Daparo Foto Corrierediragusa.it

Ha rischiato di annegare un ragazzino di 13 anni che stava praticando surf nello specchio d´acqua antistante lo stabilimento balneare Aziz di Donnalucata. Mentre stava cavalcando le onde alimentate dal vento con la sua tavola da surf, al giovane gli si è spezzato l´albero, schiantandosi sugli scogli.

Tempestivo l´intervento dei bagnini dell´Aziz, uno via terra e l´altro via mare, che, con l´ausilio del gommone di salvataggio, hanno tratto in salvo in pochi minuti lo sventurato ragazzino. Non è intervenuta l´ambulanza in quanto fortunatamente il minorenne è rimasto illeso.

Il titolare dello stabilimento balneare Aziz nonche´ vice presidente del Sib, sindacato italiano balneari, e delegato per i rapporti con la Regione Sicilia Marco Daparo ha dichiarato: "In questo momento come mai e´ ancora più difficile garantire la sicurezza in mare, in quanto i servizi di salvataggio degli stabilimenti balneari sono insufficienti da quando i comuni e la provincia hanno smesso di istituire il servizio nella spiagge libere apponendo semplicemente un cartello "Mare non sicuro".

I turisti - ha concluso Daparo - lamentano la grave inottemperanza delle amministrazioni locali, e noi come sindacato balneare porteremo questo importante argomento al tavolo per la sicurezza del territorio all´attenzione del Prefetto".