Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1094
SCICLI - 08/07/2012
Cronache - A Sampieri 2 bambine, la madre ed un pescatore tratti in salvo

Turista toscano tratto in salvo dai bagnini ad Arizza

La corrente lo ha portato al largo, riportato a riva con una barca a motore

Un turista toscano in difficoltà è stato tratto in salvo nel tratto di contrada Arizza. Il turista era stato trascinato al largo dalla forte corrente ma non è sfuggito all’occhio attento dei bagnini di Lido Aziz che sono intervenuti on un gommone di salvataggio a motore.

Il mezzo si è rilevato fondamentale per il tempestivo intervento e per evitare guai maggiori per il turista. Non è stato necessario l’intervento sanitario in quanto il turista non era stato colpito da un malore ma si era solo stancato di nuotare contro corrente. L’intervento dei bagnini in servizio presso il lido è stato determinante.

E’ il secondo caso nel giro di pochi giorni che si verifica sul litorale sciclitano e mette in evidenza la necessità della presenza di personale specializzato per il soccorso sulle spiagge.

Salvataggio a Sampieri

Due bambine, la mamma di una di loro, ed un pescatore sono stati tratte in salvo grazie all’intervento di alcuni pescatori. Tutto è avvenuto sulla spiaggia di Sampieri nel tratto di costa che si estende dal molo agli scogli.

Le due bambine di 8 e 10 anni si sono allontanate per fare il bagno ma ad un certo punto il mare di scirocco li ha trascinate al largo. La scena non è sfuggita alla madre che seguiva le figlie dalla scogliera e si è tuffata in mare per prestare soccorso. Poi è stata la volta di un pescatore che ha cercato di avvicinare, senza riuscirci il terzetto con la sua barca.

Nel frattempo l’allarme scattato sulla spiaggia già affollata ha messo in moto i soccorsi con i bagnini dello stabilimento balneare e soprattutto tre pescatori che stazionavano al molo. Questi, non senza difficoltà, hanno raggiunto tutte le persone che si trovavano al largo e le hanno portato a riva a bordo dell’imbarcazione per il sollievo dei tanti che hanno seguito con molta apprensione l’evoluzione dei fatti.