Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 978
SCICLI - 05/03/2012
Cronache - Il presidente della locale sezione lancia l’allarme microcriminalità

Russino dell´Ascom vittima di una tentata rapina

Un altro episodio, con modalità analoghe, si è verificato anche in un altro negozio del centro storico Foto Corrierediragusa.it

Ancora episodi di microcriminalità ai danni dei commercianti del centro storico si sono verificati lo scorso fine settimana a Scicli. L’allarme arriva dal presidente della sezione dell’Ascom Daniele Russino (foto), che, tra l’altro, è rimasto vittima di uno di questi gravi fatti. Russino ha difatti subito un tentativo di rapina. Uno sconosciuto incappucciato stava per introdursi, sabato sera, nel suo locale commerciale, armato di un taglierino. Solo la presenza di alcuni avventori all’interno dell’esercizio commerciale e la circostanza di aver trovato chiusa la porta d’ingresso ha impedito al malintenzionato di portare a compimento la rapina. Il rapinatore, stando a quanto dichiarato da Russino, ha deciso di desistere ed è scappato.

Russino ha denunciato subito il fatto alle forze dell’ordine. Un altro episodio, con modalità analoghe, si è verificato anche in un altro negozio del centro storico di Scicli. Forse si trattava dello stesso malintenzionato. «Tutto questo – secondo Russino – al di là della pregevole azione che le forze di polizia conducono sul territorio comunale, occorre fare ancora di più a tutela delle attività commerciali».

Secondo il presidente dell’Ascom di Scicli «Sembra quindi di essere arrivati ad un punto di non ritorno per quanto riguarda l’ordine pubblico, considerato che di episodi del genere se ne verificano in notevole quantità». «Non vogliamo generare allarmismo – aggiunge il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Sergio Magro, che esprime la massima solidarietà ai commercianti rimasti vittime dell’episodio in questione – ma il problema esiste e sta assumendo dimensioni sempre più consistenti».