Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 623
SCICLI - 23/02/2012
Cronache - Si tratta del pregiudicato Salvatore Delacroce

Condanna nel supercarcere di Pagliarelli per pozzallese

Delacroce era stato arrestato dalla Polizia lo scorso giugno per aver violato gli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale

Condanna a un anno di reclusione e trasferimento nel supercarcere di Pagliarelli a Palermo per il pregiudicato pozzallese Salvatore Delacroce, 37 anni, già sottoposto alla Sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune marinaro. Delacroce era stato arrestato dalla Polizia lo scorso giugno per aver violato gli obblighi imposti dalla sorveglianza speciale, che prevedeva, tra le altre cose, l’obbligo di dimora a Pozzallo.

Il pozzallese era stato invece sorpreso dalla polizia a Modica intento a bere una birra con un amico in un pub. Nei confronti del pregiudicato era scattata anche la denuncia per furto aggravato, perchè aveva rubato il cellulare dell’avvocato Nino Frasca Caccia, attuale assessore al Comune di Modica, che la sera precedente lo aveva ricevuto nel proprio studio. Il telefonino si trovava poggiato sulla scrivania. Dalle descrizioni dettagliate fornite dalla vittima, gli agenti erano risaliti a Salvatore Delacroce. Il consulente tecnico in precedenza nominato dal magistrato, uno psichiatra, aveva confermato che Delacroce era soggetto socialmente pericoloso e parzialmente capace di intendere e di volere.