Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 761
SCICLI - 06/02/2012
Cronache - Sequestrati 637 giocattoli dai Carabinieri in un negozio di viale Primo Maggio

Quando "Hello Kitty" cinese diventa pericolosa

I militari, coordinati dal capitano Alessandro Loddo, hanno denunciato la titolare del negozio, una 34enne cinese Foto Corrierediragusa.it

Dalla Cina con timore. Il timore di arrecare danni ai bimbi con giocattoli privi del marchio Ce che potrebbero causare irritazioni o allergie, se non problemi ancora più gravi. Insomma, «Hello Kitty» cinese non è affatto raccomandabile per garantire un gioco in sicurezza per i pargoli, preservando la loro salute. Tutto questo stando alle indagini dei Carabinieri, che, in un negozio cinese di viale Primo Maggio a Scicli, hanno sequestrato ben 637 giocattoli illegali, perché appunto non sicuri in quanto privi del marchio della Comunità europea. Il loro valore commerciale si aggirava sui 2mila euro.

Tra i balocchi sequestrati, anche centinaia di pupazzetti di «Hello Kitty», popolare personaggio tanto caro alle bambine, nonché pistole giocattolo ad aria compresa con gommini e molto altro ancora. Tutto illegale. I militari, coordinati dal capitano Alessandro Loddo, hanno denunciato la titolare del negozio, una 34enne cinese. L’operazione si è inserita nel novero dei controlli periodici dei Carabinieri sulla sicurezza e sulla conformità agli standard europei della merce posta in vendita nei negozi. In questo caso si è trattato di giocattoli pericolosi «Made in China», che, dopo il sequestro, saranno destinati a test di laboratorio per accertare l’esatto livello di pericolosità, e dunque alla distruzione.