Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 698
SCICLI - 08/02/2008
Cronache - Scicli - Il dirigente scolastico del "Cataudella" parla delle molestie

Inclimona: "Ho applicato
la normativa in vigore"

Il docente accusato è assente, ufficialmente per malattia Foto Corrierediragusa.it

«Ho applicato correttamente la normativa in vigore, rispettoso della persona umana riguardo agli alunni, al personale scolastico ed al pubblico che accede alla scuola». Il dirigente scolastico dello scientifico «Quintino Cataudella» Ignazio Inclimona (nella foto) sta gestendo con la massima calma la vicenda delle presunte molestie sessuali ad una studentessa quasi 18enne da parte di un professore non vedente.

Da un paio d’anni alla guida dell’istituto, il preside si è trovato a gestire questa difficile situazione. Lo scabroso episodio, che sarebbe documentato da un filmato girato da un alunno col proprio telefonino, non ha intaccato l’attività dell’istituto. Le lezioni sono riprese ieri dopo le vacanze di carnevale. L’anziano professore di storia e filosofia accusato dai genitori della ragazza non si è però presentato a scuola. Ufficialmente è in malattia, ma nei fatti la sua assenza potrebbe essere determinata dall’attesa degli esiti dell’inchiesta avviata dalla Procura di Modica.

Un atto dovuto che ha provocato sconcerto ed incredulità negli ambienti scolastici e tra le persone più vicine al docente, da tutti stimato e conosciuto. Saranno i primi esiti delle indagini a stabilire se il nome del professore finirà nelle prossime ore nel registro degli indagati. Gli inquirenti dovranno prima leggere le relazioni dell’Ufficio scolastico regionale e di quello provinciale, che hanno a loro volta avviato un’indagine interna. Gli organismi erano stati informati della vicenda dallo stesso dirigente scolastico, attivatosi per quanto di sua competenza.

«Non ho esercitato pressioni sugli alunni ? dichiara Inclimona ? e posso garantire altrettanto per il corpo docente. Anche in mancanza di una denuncia scritta sulla mia scrivania ? conclude il dirigente ? ho serenamente svolto il mio dovere e adesso attendo gli esiti della vicenda, prima di assumere altri provvedimenti». I genitori della presunta vittima avevano preferito formalizzare la denuncia in commissariato. Intanto la ragazza che sarebbe stata molestata dal docente non frequenta le lezioni. Anche i compagni di classe e gli altri insegnanti hanno preferito ieri non commentare l’episodio.