Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:29 - Lettori online 722
SCICLI - 04/10/2011
Cronache - La vittima dell’incidente sul lavoro verificatosi a Sevegliano è Rinaldo Buonomo

Sciclitano cade dal tetto di un capannone mentre lavorava

Lo sciclitano era padre di una ragazza che vive a Scicli con la madre, dipendente di una ditta edile di Gradisca d’Isonzo

Incidente fatale sul lavoro per Rinaldo Buonomo, un operaio di 48 anni di Scicli caduto da un tetto nel cantiere dove stava lavorando a Sevegliano. Per lo sfortunato uomo è stata accertata la morte celebrale.

Lo sciclitano, padre di una ragazza che vive a Scicli con la madre, dipendente di una ditta edile di Gradisca d´Isonzo, era caduto dal tetto di un capannone in disuso di proprietà di una anziana del paese ubicato in via Verdi a Sevegliano. Buonomo era intento a svolgere lavori di sistemazione della struttura.

Soccorso dal 118, l’operaio era stato condotto in elisoccorso all´ospedale di Udine, dov´era stato ricoverato in prognosi riservata a causa delle gravi lesioni riportate dopo la rovinosa caduta da un´altezza di circa 4 metri.

Rinaldo Buonomo mancava da 7 anni da Scicli, dopo la chiusura della ditta di pulizie di cui era titolare e che aveva avuto in appalto anche le chiese della città. L´uomo risiedeva fuori del comune di Bagnaria ed era stato assunto da pochi giorni, prima dell´infortunio rivelatosi poi mortale, alle dipendenze della ditta Sai Ambiente con sede a Gradisca d´Isonzo. I familiari di Rinaldo Buonomo hanno deciso di donare gli organi. La salma è stata poi cremata. Nei prossimi giorni a Scicli si terrà una messa in suffragio.