Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 746
SCICLI - 12/12/2007
Cronache - Scicli - L’Operazione Firefox scaturita dall’omicidio di Daniele Rizzotto

Condanne definitive
per quattro sciclitani
arrestati dai Carabinieri

Pena complessiva a 17 anni di carcere Foto Corrierediragusa.it

Condanna definitiva e conseguente arresto per quattro delle dodici persone ammanettate nove anni fa dai Carabinieri nell’ambito dell’operazione antimafia «Fire Fox», condotta in territorio di Scicli.

Per tutti l’accusa era di associazione per delinquere di stampo mafioso, tentata estorsione, danneggiamento, incendio doloso ed omicidio, a seguito dell’uccisione del giovane sciclitano Daniele Rizzotto, freddato nelle campagne di Scicli il 19 settembre del 99.

Il ragazzo venne eliminato in quanto pare avesse più volte manifestato l’intenzione di abbandonare il giro delle estorsioni in cui sarebbe stato implicato, una decisione che, evidentemente, non fece piacere ai boss. Preso atto della definitiva condanna i militari hanno arrestato Giuseppe Ruggeri, Luca Temperanza, Carmelo Nigro e Concetto Valentino Nigro. Mentre questi ultimi tre devono scontare pene dai due ai tre anni di carcere, Ruggeri è stato condannato a nove anni.