Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:55 - Lettori online 1430
SCICLI - 28/09/2010
Cronache - Scicli: un centinaio di persone da tutta l’Isola si sono date a precipitosa fuga

Grosso Cavallo con 2 tonnellate di carico per scommesse

Il proprietario dell’animale, un a45enne operaio di Scicli, è stato denunciato Foto Corrierediragusa.it

Avevano caricato un cavallo con un peso di 2 tonnellate, facendogli percorrere una strada provinciale dello Sciclitano, mentre un centinaio di persone provenienti da ogni parte della Sicilia scommettevano sulla resistenza del povero animale. E´ configurabile il doppio reato di maltrattamenti di animali e scommesse clandestine a carico delle persone che avevano deciso di divertirsi a spese dell´equino, come accertato dai carabinieri della compagnia di Modica diretti dal capitano Alessandro Loddo.

L´incredibile scena si è presentata agli occhi dei militari all´alba di lunedì in contrada Mulino Ponte, all´ingresso della provinciale 37. Un centinaio di scommettitori incitavano il cavallo da tiro, razza percheron, dalle dimensioni a dir poco colossali, tipicche di quella razza, al quale il proprietario aveva attaccato un carretto su cui erano stati caricati numerosi sacchi di tela colmi di pietra macinata, per un peso di oltre due tonnellate.

La presenza di un numero così elevato di «spettatori» provenienti, tra l’atro, da ogni angolo della Sicilia e la contestuale esistenza, sul fondo stradale, di una linea di partenza occasionalmente tratteggiata con la vernice bianca, lasciavano supporre che il drappello di persone, peraltro datosi subito a precipitosa fuga, stesse partecipando a delle scommesse clandestine sulla potenza e sulla resistenza dell’animale, ed in particolare sulla distanza percorsa dall´equino con un carico totale accertato di oltre 2 tonnellate.

Il proprietario del cavallo, un´operaio 45enne di Scicli con alle spalle alcune vicende di natura penale, è stato denunciato all’autorità giudiziaria per maltrattamento di animali. Sono in corso accertamenti per stabilire la natura del contenuto di alcune fialette sospette rinvenute nelle immediate adiacenze del cavallo. Forse si tratta di sostanza dopante.