Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1265
SCICLI - 19/09/2010
Cronache - Scicli: due palestinesi, un marocchino ed un libico, componenti di un equipaggio di sette uomini

Cercano fortuna in Italia, 7 pescatori sbarcano a Sampieri

Erano partiti venerdì scorso dalle coste della Libia per una battuta di pesca

Sette pescatori sbarcano a Sampieri, sulla spiaggetta di Costa di Carro. Quattro di loro vengono individuati e rimpatriati, mentre per gli altri tre proseguono le ricerche. Nelle prime ore della mattinata di domenica una pattuglia della Guardia di Finanza, in servizio di contrasto all’immigrazione clandestina, ha intercettato sulla costa di Sampieri i quattro immigrati appena sbarcati.

Gli immigrati, con i vestiti ancora bagnati, erano da poco giunti sulle coste siciliane a bordo di un motopeschereccio arenatosi poco distante dal litorale sciclitano. E´ scattato quindi il dispositivo provinciale antimmigrazione. I Finanzieri della Sezione Operativa Navale di Pozzallo hanno avviato le ricerche per individuare eventuali, altri immigrati sbarcati, coadiuvati da altre pattuglie del Corpo, dalla Polizia e dai Carabinieri. Le ricerche hanno, però, dato negativo.

Accompagnati dalle Fiamme Gialle all’Ufficio Immigrazione della Questura di Ragusa, i clandestini fermati sono stati sottoposti agli accertamenti del caso ed interrogati per ricostruire le fasi del loro viaggio. Si tratta di due palestinesi, un marocchino ed un libico, componenti di un equipaggio di sette uomini, tutti pescatori, partiti venerdì scorso dalle coste della Libia per una battuta di pesca. Nel corso della navigazione i pescatori hanno però deciso di dirigersi verso le coste italiane per cercare fortuna nel nostro paese e, dopo essersi arenati sulla costa di Sampieri con il loro motopesca, nei pressi di Costa di Carro, sono sbarcati a terra per essere subito intercettati dalla Guardia di Finanza.

Gli altri tre immigrati scesi a terra non ancora stati individuati. Sono ora oggetto di un’attenta ricerca da parte delle pattuglie delle Forze dell’Ordine ancora in zona. I quattro fermati sono stati espulsi dal territorio nazionale ed intimati a lasciarlo entro cinque giorni. Riguardo l’imbarcazione, invece, la Capitaneria di Porto di Pozzallo ha coordinato le operazioni per il suo recupero.