Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 929
SANTA CROCE CAMERINA - 15/12/2009
Cronache - Santa Croce: operazione della guardia di finanza

Droga in aumento tra i giovani, arrestato un 22enne

Particolare attenzione verso pub ed luoghi di ritrovo dei ragazzi del sabato sera

Maggiori controlli per garantire la sicurezza in provincia di Ragusa. Questo quanto deciso nelle scorse settimane e che sta riscuotendo i primi risultati in provincia di Ragusa. Particolare attenzione verso pub ed luoghi di ritrovo dei ragazzi del sabato sera. A Santa Croce Camerina un gruppo di giovani con fare sospetto ha poco convinto una pattuglia della Guardia di Finanza di Ragusa. I ragazzi si trovavano nei pressi di un noto locale di Santa Croce e si muovevano con atteggiamenti inequivocabili.

Secondo i militari si stavano passando tra le mani qualche cosa. L’appostamento dei finanzieri ha insospettito un giovane di 22 anni che, alla vista degli agenti, ha fatto cadere un pacchetto con dentro qualche grammo di hashish. Passati dal sospetto alla certezza dei fatti allora i militari hanno deciso di intervenite per bloccare il ragazzo ma una volta fermato, nonostante i ripetuti inviti alla calma, il giovane sempre con maggiore irruenza, ha provato a svincolarsi dalla presa dei militari, opponendo una certa resistenza, da cui è nata una breve colluttazione, fortunatamente senza conseguenze.

Sottoposto a perquisizione, sono stati trovati 16 grammi di hashish, già steccato ed avvolto nel cellophane, pronto per essere ceduto, un coltellino a serramanico con la lama intrisa di sostanza stupefacente, denaro contante per un valore complessivo di 155 euro ed una banconota falsa da € 100.

Il ragazzo è stato accompagnato negli uffici della Compagna di Ragusa, e poi associato presso la casa circondariale di Ragusa, a disposizione dell’Autorità’ Giudiziaria, a cui dovrà rispondere di molteplici reati: da quello di spaccio di sostanze stupefacenti, a quello di resistenza a pubblico ufficiale e di detenzione di banconote contraffatte.