Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:19 - Lettori online 829
SANTA CROCE CAMERINA - 24/11/2009
Cronache - Santa Croce Camerina: la Finanza chiude negozio gestito da cinesi per 5 giorni

Anche i cinesi evadono il fisco, sigilli a un negozio

Il provvedimento emesso dalla Direzione regionale dell’Agenzia delle entrate ed eseguito dai militari del Comando provinciale

In Italia ci si adegua. Se fanno i furbi gli esercenti locali, che dovrebbero dare l’esempio, perché non dovrebbero imitarli anche gli stranieri? Ma la Guardia di Finanza di Ragusa da qualche mese non fa dormire sonni tranquilli a nessuna delle categorie produttive. Neanche ai negozi gestiti dai cinesi.

A Santa Croce nei giorni scorsi i militari della Guardia di finanza di Ragusa hanno notificato un provvedimento di sospensione dell´attività per 5 giorni, al titolare di un negozio d´abbigliamento, gestito da cinesi.

Il provvedimento è stato emesso dalla Direzione regionale dell´Agenzia delle entrate di Palermo, a seguito di quattro distinte mancate emissioni dello scontrino fiscale, accertate dalla Compagnia di Ragusa e compiute negli ultimi cinque anni. Questa irregolarità fiscale prevede quale sanzione accessoria alla più ampia normativa che disciplina la regolare emissione della documentazione fiscale, la sospensione della licenza commerciale per un periodo che varia da un minimo di 3 giorni ad un massimo di 1 mese.

Nel 2009, la Guardia di finanza ha eseguito, nei confronti di tutte le categorie economiche, 3mila 580 controlli tesi a verificare la regolare emissione dello scontrino e della ricevuta fiscale; di questi 998 (il 28 % di quelli totali) hanno dato luogo alla rilevazione di infrazioni.