Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 2 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 799
SANTA CROCE CAMERINA - 14/05/2016
Cronache - Manette per il catanese 26enne Salvatore Giuseppe Patanè

Entra dalla finestra per rapinare ufficio postale: preso

Il complice è riuscito a fuggire Foto Corrierediragusa.it

Entra dalla finestra dell´ufficio postale per compiere una rapina ma ne esce dalla porta principale "accompagnato" dai... carabinieri! L´arresto fulmineo del catanese Salvatore Giuseppe Patanè (foto), 26 anni, si è registrato sabato, poco dopo le 13, quando l´ufficio postale aveva appena chiuso. A un certo punto, con grande stupore, gli impiegati si sono trovati nell’ufficio una persona senza capire da dove fosse entrata. In realtà, s’è scoperto dopo, il giovane, approfittando della propria corporatura minuta, era entrato dalla finestra sul retro passando tra le inferriate, facendosi anche aiutare dal complice che lo aveva spinto dentro con forza. Il malintenzionato, coperto da sciarpa e berretto, con guanti e taglierino, aveva intimato ai presenti di consegnare i soldi. Ma la direttrice aveva già chiuso la cassaforte impedendone irrimediabilmente l’apertura, se non attendendo il timer. Il giovane aveva quindi puntato il taglierino verso un dipendente, minacciandolo al fine di farsi aprire la bussola dell’ingresso. Fatto ciò, il rapinatore era uscito, scoprendo però che non poteva aprire la porta esterna. Inoltre, nello stesso istante, gli impiegati avevano pure chiuso la bussola. Trovatosi in trappola, il catanese aveva tentato di uscire dalla finestra dell’atrio, del tutto simile a quella da dove era entrato, ma in quel mentre sono entrati due carabinieri che gli hanno messo le manette.

Infatti i militari avevano ricevuto una telefonata da un passante che aveva segnalato un uomo che stava spingendo un ragazzo tra le inferriate della finestra dell´ufficio postale. E così Patanè è stato ammanettato per il reato di rapina aggravata, mentre il complice è riuscito a fuggire al volante di un´auto poi ritrovata e risultata rubata.