Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1014
SANTA CROCE CAMERINA - 03/08/2015
Cronache - Incidente mortale in contrada Randello

Incidente mortale: fuga e poi confessione

La vittima è il bracciante agricolo tunisino Ismail Fadhel Foto Corrierediragusa.it

Investito da un´auto pirata e lasciato a morire sull´asfalto. E´ la terribile fine di un 36enne tunisino, Ismail Fadhel, travolto in contrada Randello, lungo la provinciale 85 (foto) mentre stava camminando ai bordi della carreggiata. Per l´uomo non c´è stato nulla da fare: è morto sul colpo a causa del tremendo impatto che lo ha fatto sbalzare di almeno 4 metri. Le indagini sono condotte dai carabinieri giunti sul posto già la scorsa notte, quando si è verificato l´incidente mortale. L´uomo era un bracciante agricolo che lavorava in un’azienda non molto lontana dal luogo del sinistro. La conducente dell´auto e una sua amica si sono presentate il mattino successivo dai carabinieri per non sottrarsi alle loro responsabilità. Pare che la donna alla guida non si fosse accorta della presenza del pedone, complice il buio pesto. Poi, dopo l´impatto fatale, le due sono fuggite senza prestare soccorso perchè sopraffatte dalla paura. Dopo una notte insonne, hanno deciso di presentarsi volontariamente dai militari. Pare che le due non si fossero rese conto di aver messo sotto un uomo, uccidendolo sul colpo.

Entrambe le ragazze sono state condotte all´ospedale "Guzzardi" di Vittoria per essere sottoposte alle analisi del sangue e in queste ore si trovano a Santa Croce Camerina, in caserma, per essere sentite dai carabinieri.
La vittima, trasportata all’obitorio di Ragusa, sarà sottoposta ad autopsia. Le indagini dei carabinieri continuano al fine di accertare con precisione l’esatta dinamica della tragedia. Le due ragazze, nella migliore delle ipotesi, rischiano le accuse di omicidio colposo ed omissione di soccorso.