Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 783
SANTA CROCE CAMERINA - 15/01/2015
Cronache - L’uomo alla guida non si è fermato a prestare soccorso, sfrecciando via

Auto pirata investe 40enne che muore

Le indagini per risalire al pirata della strada, a carico del quale sono ipotizzabili le accuse di omicidio colposo ed omissione di soccorso, sono condotte dai carabinieri
Foto CorrierediRagusa.it

E’ morto sul colpo all’alba di giovedì un tunisino 40enne investito da un’auto pirata mentre stava recandosi in bicicletta al lavoro nelle serre (foto). L’incidente mortale si è verificato sulla Punta Secca – Scoglitti, in contrada Bosco Braccetto, poco prima della rotatoria all’ingresso di Punta Braccetto che conduce al bivio della Santa Croce – Scoglitti. La vittima è Mifthi Moussa e lascia la moglie e tre bambini. Purtroppo i soccorsi dell´ambulanza del 118 si sono rivelati vani dato che per l’uomo è stata fatale la violenta botta alla testa seguita al forte impatto che lo ha sbalzato ad oltre tre metri di distanza contro un muretto in cemento armato. Il guidatore dell’auto, una "Fiat Panda" bianca che procedeva a forte velocità, è sfrecciato via senza fermarsi per prestare soccorso: in caso contrario il tunisino forse si sarebbe potuto salvare. Coinvolto nell´incidente mortale anche il fratello 31enne della vittima che se l´è cavata solo con ferite lievi. L´uomo ha fornito elementi utili ai carabinieri nelle indagini avviate per risalire al pirata della strada, a carico del quale sono ipotizzabili le accuse di omicidio colposo ed omissione di soccorso.

La strada è rimasta chiusa al traffico per il tempo necessario ai rilievi e la viabilità è stata regolata dalla polizia locale.