Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 739
SANTA CROCE CAMERINA - 30/11/2014
Cronache - Le condizioni del giovane S.L. si sono aggravate in maniera repentina

Prognosi riservata per 20enne dopo incidente

Resta ricoverata al «Guzzardi» di Vittoria la ragazza, pure lei di Santa Croce, che viaggiava con il giovane
Foto CorrierediRagusa.it

Si sono aggravate in maniera repentina le condizioni cliniche di uno dei cinque feriti coinvolti nello scontro frontale di sabato sera tra una «Panda» e una «Fiat 16» verificatosi poco dopo le 20.30 all’ingresso di Santa Croce Camerina, sul rettilineo all’altezza del mercato ortofrutticolo (foto). Il 20enne santacrocese S.L. è stato trasferito d’urgenza nella nottata tra sabato e domenica in elisoccorso all’ospedale di Palermo, dove si trova ricoverato nel reparto di rianimazione in prognosi riservata. Il giovane è stato sottoposto a un paio di interventi chirurgici per la riduzione delle fratture al bacino e agli arti. Ora è in coma farmacologico e i medici non si sbilanciano. Le condizioni cliniche sono molto critiche e determinanti si riveleranno le prossime ore. Intanto sono stati dimessi altri tre feriti lievi, coetanei del 20enne, mentre resta ricoverata al «Guzzardi» di Vittoria la ragazza, pure lei di Santa Croce, che viaggiava con S.L. sul sedile lato passeggero: le sue condizioni per fortuna non destano preoccupazioni.

Meno fortunato invece il 20enne, che era al volante della «Panda» di cui ha perso il controllo, forse per una distrazione, invadendo la corsia opposta proprio mentre sopraggiungeva da Comiso l’altra macchina. Lo scontro frontale è stato quindi inevitabile. Il traffico ha subito qualche rallentamento per consentire la rimozione delle carcasse delle due auto dalla carreggiata.