Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 18:26 - Lettori online 869
SANTA CROCE CAMERINA - 05/08/2014
Cronache - Le manette della squadra mobile sono scattate per un tunisino 33enne

VIDEO - Botte a turiste sotto Montalbano

Dopo oltre un’ora di lotta le donne hanno avuto la meglio, anche grazie al soccorso di 2 venditori ambulanti del Bangladesh Foto Corrierediragusa.it

Pensavano di essere al sicuro accampandosi nei pressi della famosa casa di Montalbano a Punta Secca, nel Ragusano, ma invece tre turiste di Roma hanno rischiato di essere stuprate da un maniaco. Dopo oltre un’ora di lotta le donne hanno avuto la meglio. L’energumeno è stato arrestato dalla polizia.



Si erano accampate sotto la casa del commissario Montalbano per dormire in una tenda nella zona centrale di Punta Secca che ritenevano sicura. Per tre giovani turiste romane la tranquilla notte d’estate si è trasformata in un incubo ad occhi aperti quando un tunisino ubriaco si è intrufolato nella tenda, tentando di abusare di una di loro. Nonostante il panico le tre ragazze hanno respinto l’assalto del maniaco, colpendolo più volte con il paletto dell’ombrellone. Mentre l’energumeno tentava di entrare di nuovo nella tenda infilando il braccio, due venditori ambulanti del Bangladesh accampati poco lontano sono giunti in soccorso. Una delle tre turiste romane, colpita al volto con uno schiaffo, ha scagliato contro il maniaco un paio di sedie di plastica, colpendolo al volto e alle gambe mentre si allontanava stordito e barcollante. Dopo aver ritrovato il telefonino perso nella concitazione della lotta, le donne hanno chiamato il 113. La squadra mobile ha setacciato la zona, scovando il tunisino in un casolare abbandonato mentre stava facendo fagotto per diventare uccel di bosco. Per l’immigrato 33enne, Abdelkarim Elmnacer, reo confesso, sono scattate le manette, mentre le ragazze, nonostante la disavventura, hanno proseguito il loro tour per la Sicilia. La donna che ha subito la violenza è stata visitata dai medici riportando una prognosi di 5 giorni per escoriazioni e trauma psicologico. Il comune di Santa Croce Camerina si costituirà parte civile per i danni all’immagine.