Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 1038
SANTA CROCE CAMERINA - 27/08/2013
Cronache - L’ennesima rissa tra immigrati ha causato il ferimento di un tunisino

"Duello" a colpi di bottiglia a Punta Secca

I Carabinieri hanno faticato non poco a sedare gli animi Foto Corrierediragusa.it

Duello a colpi di bottiglia in piazza Faro a Punta Secca a pochi passi dalla casa di Montalbano (foto). L´ennesima rissa tra immigrati ha causato il ferimento di un tunisino che è stato colpito al volto con il collo di una bottiglia. Necessario l´intervento dell´ambulanza del 118 che ha trasportato l´immigrato al "Civile". Il cittadino tunisino è stato curato e per lui si sono resi necessari alcuni punti di sutura all´orecchio prima delle dimissioni. I Carabinieri hanno faticato non poco a sedare la rissa anche perchè piazza Faro era affollata per la concomitante festa dello sport. Tanta la paura tra la gente ma la tranquillità è tornata quando i carabinieri hanno preso in mano la situazione. «Si tratta di un episodio spiacevole – dice il sindaco Franca Iurato – cui l’amministrazione darà le opportune e necessarie valutazioni. La verità, purtroppo, è dinanzi agli occhi di tutti. I comuni possono fare veramente poco per fronteggiare un’ondata migratoria senza precedenti.

Come amministratori siamo stati abbandonati. Non si tratta di problemi di ordine pubblico, sarebbe riduttivo parlare solo di questo, ma di un problema molto più complesso. Il comune di Santa Croce – aggiunge il sindaco – ha fatto tutto per redigere due progetti di notevole importanza per la sicurezza del territorio. Si tratta di »Santa Croce sicura» e »mille occhi sulla città» Attendiamo le indicazioni del ministero per il nulla osta definitivo». «Si tratta di un episodio grave – aggiungono i consiglieri di minoranza Luca Agnello e Gaetano Pernice – che si è consumato alla presenza di centinaia di persone. In una manifestazione pubblica dove mancava, tra l’altro, l’ambulanza e un presidio di pubblica sicurezza. Questo la dice lunga sullo stato di totale insicurezza che si vive in città».

Anche il circolo Meridiana è intervenuto con un documento che sarà presentato nella seduta del consiglio comunale. «Già nei mesi scorsi – spiegano i componenti del circolo – avevamo organizzato un incontro per discutere del problema sicurezza a Santa Croce e da lì è nato il comitato cittadino per la sicurezza. Adesso è arrivato il momento di presentare alla cittadinanza un documento che contiene delle proposte serie e pratiche che possano occuparsi realmente del problema. Occorre contrastare l’insicurezza che regna ormai tra le vie cittadine e garantire la sicurezza e la tranquillità ai cittadini di Santa Croce.