Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 1145
SANTA CROCE CAMERINA - 25/02/2013
Cronache - Ladri improvvisati nella banca del mercato ortofrutticolo

Se la banda del buco trova la cassaforte vuota!

I Carabinieri che anche stamani hanno perlustrato palmo a palmo la zona, alla ricerca di indizi

Maldestra e pure sfortunata l’improvvisata banda del buco che l’altra notte ha tentato un furto ai danni della filiale della Banca Agricola popolare di Ragusa ospitata nell’edificio comunale del mercato ortofrutticolo di Santa Croce Camerina. I malviventi sono sol riusciti a scalfire la cassaforte, prima che il sistema d’allarme li costringesse a scappare a mani vuote. Ma anche se fossero riusciti nell’intento, il risultato per loro non sarebbe cambiato, visto che i soldi erano stati portati via venerdì scorso e la cassaforte era quindi vuota. Per entrare nei locali della banca i ladri hanno forzato con un cacciavite la porta sul retro, dopo aver scavalcato il muro di cinta che delimita l’area del mercato da un terreno incolto.

Poi, utilizzando un flex rubato dal vicino capanno degli attrezzi del cantiere di una azienda edile, hanno praticato un foro del diametro di circa un metro nel muro interno. Il sistema d’allarme ha alla fine mandato all’aria i piani dei malviventi, che sono fuggiti prima dell’arrivo di una guardia giurata. Subito dopo sono arrivati i Carabinieri che anche stamani hanno perlustrato palmo a palmo la zona, alla ricerca di indizi.

Nessuna impronta digitale è stata trovata, forse perché i malviventi hanno usato dei guanti. Al vaglio dei militari pure le immagini riprese dalle videocamere del sistema di sorveglianza a circuito chiuso. Viste le modalità del furto andato a vuoto, i Carabinieri propendono per l’azione di ladri improvvisati, forse del posto e magari emuli dei professionisti della banda de buco. Una emulazione, però, riuscita solo a metà.