Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:02 - Lettori online 1207
SANTA CROCE CAMERINA - 30/11/2012
Cronache - E’ stato notificato dalla magistratura

Avviso di garanzia ad assessore Pluchino

Dopo una denuncia presentata lo scorso 23 novembre dalla ditta Busso alla Procura di Ragusa per danno ambientale
Foto CorrierediRagusa.it

Un avviso di garanzia è stato notificato dalla magistratura all’assessore comunale all’ambiente Rosario Pluchino (foto), dopo una denuncia presentata lo scorso 23 novembre dalla ditta Busso alla Procura di Ragusa per danno ambientale. Sarebbero coinvolti nell’indagine pure il sindaco Franca Iurato, l’ingegnere capo del Comune Franco Poidomani e un dipendente comunale dell’ufficio tecnico. Quel giorno infatti gli operatori ecologici dipendenti della Busso, che ha in appalto il servizio di raccolta differenziata nella cittadina, organizzarono una giornata di sciopero a causa del mancato pagamento di quattro mensilità loro spettanti in quanto la loro società non aveva ancora percepito i relativi compensi da parte dell’amministrazione comunale per il servizio di raccolta. Dopo che era iniziato lo sciopero, però, gli operai comunali, dietro specifiche indicazioni, si sostituirono ai dipendenti della ditta Busso ed effettuarono il servizio di raccolta differenziata con i mezzi comunali.

La spazzatura raccolta venne scaricata in una parte della piazzola dove viene abitualmente accumulato il materiale proveniente dalla raccolta differenziata volontaria, nell’area limitrofa al magazzino di ricovero dei mezzi comunali di contrada Pezza. I responsabili della ditta Busso però, presentarono una denuncia alla Procura per danno ambientale in quanto, sostenevano, in quel sito la spazzatura non poteva essere raccolta. Ieri la magistratura ha inviato un avviso di garanzia all’assessore all’ambiente Pluchino «per aver scaricato - si legge nell’avviso - e depositato in modo incontrollato sul suolo e presso un sito non autorizzato rifiuti solidi urbani di varia natura».

«Manderò una memoria difensiva ai giudici - reagisce l’assessore Pluchino, dopo aver ricevuto l’avviso di garanzia – Non sapevo dell’iniziativa degli operai comunali. Il giorno dello sciopero dei dipendenti della Busso – racconta l’assessore all’ambiente – passavo dal sito di contrada Pezze e ho visto che gli operai comunali scaricavano i rifiuti senza che qualcuno mi avesse informato dell’iniziativa. Mi sono fermato e ho saputo dagli operai che un dirigente dell’ufficio tecnico aveva detto loro di raccogliere la spazzatura. Ribadisco però – rileva Pluchino – che nessuno mi aveva informato della decisione di raccogliere i rifiuti al posto dei dipendenti della Busso».

Rosario Pluchino quindi si sente tranquillo di non avere delle responsabilità nella vicenda che ha portato anche al sequestro dei mezzi comunali adibiti quel giorno alla raccolta dei rifiuti. Nel prosieguo dell’indagine si capirà quali sono effettivamente e di chi le responsabilità di quanto avvenuto ma intanto anche il primo cittadino si trova coinvolto, suo malgrado, in una vicenda che qualcuno potrebbe aver innescato in modo avventato e senza rendersi conto delle responsabilità che avrebbe procurato per sé e per altri.