Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:45 - Lettori online 842
SANTA CROCE CAMERINA - 27/09/2012
Cronache - Arrestato un immigrato dai Carabinieri

Sorpreso con hashish addosso, scattano le manette

Ben Abdessalem Bechir era da tempo sotto osservazione da parte dei militari Foto Corrierediragusa.it

Al termine di un servizio attivato per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti i carabinieri della stazione di Comiso, appartenenti alla Compagnia di Vittoria, nella serata di mercoledì hanno tratto in arresto Ben Abdessalem Bechir, tunisino di 36 anni, domiciliato nella cittadina e già noto alle forze dell’ordine. Durante una perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Torre di Mezzo, il giovane tunisino veniva trovato in possesso di svariate dosi di sostanza stupefacente di tipo «hashish», già sezionate e pronte per lo spaccio, del peso complessivo di circa 13 grammi, oltre ad una modesta somma di 15 euro rinvenute all’interno dei pantaloni che l’uomo indossava al momento dell’arresto. Ben Abdessalem Bechir era da tempo sotto osservazione da parte dei militari della Compagnia di Vittoria.

Era stato infatti individuato nelle scorse settimane in un bar di Punta Braccetto, non molto distante da Torre di Mezzo, mentre si aggirava nel locale simulando di essere un avventore ma, nel contempo, entrava in contatto con un giovane su uno scooter, che poi si allontanava, al quale con tutta probabilità il cittadino tunisino aveva ceduto della sostanza stupefacente. Condotto presso la caserma di via Leonardo Sciascia di Comiso al termine delle formalità di rito, il Bechir, convalidato l’arresto, veniva associato presso il carcere di Ragusa a disposizione dell’autorità giudiziaria del capoluogo davanti la quale dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività di contrasto dello spaccio al dettaglio da parte della Compagnia di Vittoria proseguirà anche fuori dal territorio di propria giurisdizione.

Nella foto in alto la droga sequestrata e il denaro possibile provento dell´attività di spaccio