Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 18 Luglio 2018 - Aggiornato alle 14:40
SANTA CROCE CAMERINA - 07/09/2012
Cronache - Accertamenti di capitaneria di porto e carabinieri con i sommozzatori

Scarichi abusivi in mare tra Punta Secca e Casuzze?

Non risulterebbero ancora iscritti nel registro degli indagati

Scarichi abusivi in mare tra Punta Secca, Casuzze e Punta di Mola? E’ quanto stanno accertando in queste ore la capitaneria di porto e i carabinieri. Il mare antistante la casa di Montalbano potrebbe essere inquinato da sostanze organiche provenienti da fosse biologiche che scaricano direttamente in mare tramite sbocchi abusivi.

I sommozzatori sono in queste ore al lavoro per individuare sottacqua gli scarichi abusivi e risalirne all’origine. I controlli s’incastonano nell’inchiesta avviata dalla procura di Ragusa sul presunto inquinamento in mare e sulla presunta cementificazione selvaggia. Tutto sarebbe scaturito da una denuncia. Non risulterebbero ancora iscritti nel registro degli indagati, anche perché le indagini dei militari sono ancora ben lungi dal concludersi.

Situazione simile anche tra Marina di Modica e Sampieri, dove le chiazze scure e maleodoranti più volte comparse in mare pare provengano da alcune fosse biologiche riconducibili a un paio di strutture ricettive di cui si deve accertare l’irregolarità. Anche in questo caso ancora nessun indagato nell’ambito dell’inchiesta delle procura di Modica.