Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1403
SANTA CROCE CAMERINA - 21/08/2012
Cronache - Un’estate maledetta in territorio ibleo

Grave il bimbo di 3 anni che ha rischiato di annegare

I genitori lo hanno quasi subito tratto in salvo ma il bambino aveva purtroppo già bevuto molta acqua ed è stato necessario l’intervento del 118 di stanza a Santa Croce Foto Corrierediragusa.it

Restano gravi le condizioni del bimbo di tre anni che ha rischiato di annegare nel tratto di mare antistante Torre di Mezzo, tra Punta Secca e Punta Braccetto. Il bimbo era con la famiglia in spiaggia, quando è sfuggito all’attenzione dei genitori ed è caduto in mare, andando incontro alla completa sommersione del corpo. I genitori lo hanno quasi subito tratto in salvo ma il bambino aveva purtroppo già bevuto molta acqua ed è stato necessario l’intervento del 118 di stanza a Santa Croce.

Il personale dell’ambulanza ha subito prestato le cure immediate al bambino, facendogli espellere l’acqua che aveva bevuto e provvedendo a stabilizzarlo, ma è stato necessario il ricovero al pronto soccorso dell’ospedale «Civile» di Ragusa. Qui i medici si sono resi conto che l’acqua del mare ingurgitata dal bambino aveva creato le condizioni per un suo aggravamento per cui hanno deciso, poco dopo le ore 17, il trasporto, tramite elisoccorso, alla rianimazione pediatrica di un attrezzato nosocomio catanese, dove il bambino resta ricoverato in prognosi riservata.