Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1209
SANTA CROCE CAMERINA - 17/09/2011
Cronache - Si esclude la matrice dolosa

Fiamme in azienda agricola, ingenti i danni

Il rogo ha avvolto una casupola che il titolare usava come officina e ricovero attrezzi

Un incendio ha interessato una azienda agricola in contrada Piombo-Mangiauomini, al confine fra i territori di Ragusa e Vittoria, proprio nelle vicinanze del villaggio turistico «Donnafuta Resort». L’azienda, di proprietà di F.Z. di S.Croce, è stata parzialmente distrutta dalle fiamme propagatesi da un rogo di sterpaglie proprio a ridosso del centro aziendale dove erano accatastate della legna, materiale vario e attrezzature agricole tra cui un trattore e un trinciapaglia. La bruciatura delle sterpaglie, non si sa se sotto il controllo del titolare dell’azienda o di alcuni vicini, forse a causa del leggero vento di ponente, ha rapidamente attecchito nel deposito di legna e materiale vario, altamente infiammabile.

Il rogo ha avvolto una casupola che il titolare usava come officina e ricovero attrezzi, distruggendola completamente, avvolgendo pure, come detto, un trattore, un altro attrezzo agricolo usato per la fienagione e una vecchia Alfa 75 ormai in disuso. L’incendio ha risparmiato l’abitazione rurale annessa all’azienda ma sono stati distrutti gli infissi e del fumo è penetrato all’interno della casa. Sul posto dell’incendio sono accorsi i vigili del Fuoco di Ragusa e i volontari del distaccamento di S.Croce che hanno lavorato per ben tre ore, dalle 10,30 fino alle 13,30, per avere ragione delle fiamme. L’incendio ha provocato una nube nera e alta che si è resa visibile fino a parecchi chilometri di distanza.

I pompieri, dopo una attenta ricognizione, hanno escluso la natura dolosa del rogo che, hanno confermato, pare sia stato causato dall’incendio accidentale di sterpaglie. Non è stata ancora definita l’entità del danno che potrebbe risalire a svariate migliaia di euro.