Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:51 - Lettori online 1183
SANTA CROCE CAMERINA - 17/08/2011
Cronache - Svolta nella indagini condotte dalla Procura di Ragusa e dal Nas

Trivellazioni Tresauro, l’acqua è inquinata. Denunciati 9 dell´Enimed

Sono state riscontrate dall’Arpa tracce di liquidi di raffreddamento nell’acqua che rifornisce la città di Santa Croce Camerina
Foto CorrierediRagusa.it

Inquinamento ambientale a Santa Croce, l’acqua potabile presenta tracce di liquidi di raffreddamento provocati dalle ricerche petrolifere del pozzo Tresauro. La Procura di Ragusa ha iscritto sul registro degli indagati 9 funzionari dell’Enimed per il reato di adulterazione colposa di acque alimentari.

Le trivellazioni riguardano la sorgente Paradiso, situata nella valle del Mirio, nella zona periferica sud di Santa Croce Camerina. L’acqua potabile che sgorga dalla sorgente naturale sarebbe stata inquinata dai liquidi di raffreddamento provenienti dal pozzo Tresauro alla periferia di Ragusa, dove si ricercano idrocarburi e gas. Sul libro degli indagati difatti figurano i nomi di nove funzionari della società gelese che gestisce il pozzo.

La notizia è venuta a galla dopo la chiusura delle indagini operate dai Carabinieri del Nas. La Procura della Repubblica ha dato mandato al noto consulente tecnico bolognese Paolo Forti, il quale avrebbe accertato la presenza inquinante sul prezioso liquido che disseta Santa Croce Camerina. Le indaini erano scattate a seguito della segnalazione del sindaco di Santa Croce Lucio Schembari (foto).

I dati dell’inquinamento e della presenza di liquido di raffreddamento in quantità preoccupanti nell’acqua potabile della sorgente Paradiso sono stati certificati dai controlli effettuati dall’Arpa su un campione prelevato qualche settimana fa, a seguito dell’esposto alla Procura della Repubblica di Ragusa da parte di Legambiente.

Il sindaco di Santa Croce Camerina Lucio Schembari sulle perforazioni di contrada Tresauro aveva in un primo momento detto: »Escludo che ci siano relazioni fra questo inquinamento e le trivellazioni di idrocarburi che si stanno effettuando a lato della provinciale S.Croce- Malavita-Ragusa a otto chilometri da Santa Croce». Poi l’esposto dello stesso sindaco alla Procura di Ragusa, quindi l’inchiesta che adesso ha fatto scattare indagini nei confronti di nove funzionari della ditta che sta effettuando i lavori nella sorgente Paradiso.