Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 113
SANTA CROCE CAMERINA - 07/05/2011
Cronache - Le manette sono scattate ai polsi del ragusano di 48 anni Evano Giglio

Arrestato "corriere della droga" incensurato

All’uomo gli è stato contestato il possesso di un panetto di sostanza stupefacente, molto probabilmente hashish, dal peso di circa 100 grammi Foto Corrierediragusa.it

Stavolta il classico «corriere della droga» era stato notato nei giorni precedenti aggirarsi con fare sospetto in paese e diversi cittadini lo avevano segnalato alle forze dell’ordine. Così erano stati intensificati i servizi di prevenzione, dietro anche precise disposizioni del comandante provinciale dei carabinieri Nicodemo Macrì, che hanno fatto innalzare l’attenzione delle forze dell’ordine.

L’allerta ha portato i militari dell’Arma a pedinare il sospettato che, nella serata di giovedì, vistosi seguito dalla pattuglia delle forze dell’ordine, ha pensato bene di disfarsi di un involucro sospetto. Questo non è però bastato al corriere della droga, che è stato bloccato dai carabinieri della locale caserma subito dopo il gesto, mentre stava percorrendo l’inizio della provinciale S.Croce - Marina di Ragusa. L’uomo è stato arrestato e portato in caserma.

Si tratta di Evano Giglio (foto), ragusano di 48 anni, celibe e incensurato. All’uomo gli è stato contestato il possesso di un panetto di sostanza stupefacente, molto probabilmente hashish, dal peso di circa 100 grammi, successivamente sottoposto a sequestro. Evano Giglio dopo le formalità di rito, veniva condotto in stato di detenzione presso la casa circondariale di Ragusa a disposizione dell’autorità giudiziaria.

Importante, nel contesto dell’arresto, le segnalazioni effettuate quindi dai cittadini santacrocesi, che non si sono tirati indietro nel segnalare un caso sospetto, tagliando così i rifornimenti di droga, seppur leggera e contribuendo a cercare di sanare questa pericolosa piaga diffusa soprattutto fra i giovani. Si pensava che in paese giungesse anche droga pesante in quanto erano stati segnalati acquisti e vendite sospette di siringhe ma il contenuto in hashish del panetto ritrovato in possesso di Evano Giglio allontanano per ora, per fortuna, tale pericolo.