Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 756
SANTA CROCE CAMERINA - 17/04/2011
Cronache - S. Croce Camerina: l’incidente avvenuto in contrada Passo Marinaro, alla periferia della cittadina

Cade in un pozzo di venti metri, i Vigili del Fuoco lo salvano

D.C., 20 anni di Vittoria, è stato ricoverato in stato di assideramento al "Guzzardi" di Vittoria

Drammatico salvataggio di un giovane caduto in un pozzo profondo venti metri in contrada Passo Marinaro, a dieci chilometri dalla cittadina. Poco dopo le 21,30 una pattuglia dei carabinieri in perlustrazione nella zona notava un camion parcheggiato sul ciglio di una strada secondaria con il motore acceso e una sponda abbassata.

Insospettiti i militari iniziavano a perlustrare le aziende agricole vicine nell’eventualità che si stesse compiendo un furto o qualche tentativo di scassinare abitazioni rurali. Durante la perlustrazione i militari raccoglievano delle grida di aiuto provenienti da un pozzo vicino, all’interno di una azienda agricola. I carabinieri si ponevano sull’orlo del pozzo e avevano la conferma che a venti metri di profondità un uomo cercava di rimanere a galla con difficoltà per cui veniva chiamata la squadra dei vigili del fuoco di S.Croce che accorreva sul posto ma che, a sua volta, doveva richiedere l’aiuto di una squadra del Saf, Speleo Alpino Fluviale, di Ragusa dotati di particolari attrezzature.

Giunta questa squadra da Ragusa, i pompieri volontari Giuseppe Di Bona e Josef Ruggieri si calavano, grazie a speciali imbracature, dentro al pozzo riuscendo a trarre in salvo il ragazzo quasi incosciente. Con una speciale scala il ventiduenne veniva fatto salire fino all’orlo del pozzo dove veniva tratto in salvo dal resto della squadra. Una ambulanza del 118 trasportava poi il giovane all’ospedale «Guzzardi» di Vittoria dove veniva ricoverato. Il giovane è stato identificato per D.C., 22 anni, originario di Vittoria ma le sue condizioni di semiassideramento non gli consentivano di poter fornire agli inquirenti altre informazioni per comprendere perché si trovasse a quell’ora nella zona e come mai fosse caduto nel pozzo. I vigili del fuoco del distaccamento di S.Croce hanno potuto solo notare un frigorifero all’interno del pozzo.

Non si sa se il giovane lo volesse occultare o se, al contrario, lo volesse recuperare. Il camion, è stato appurato, era dello stesso D.C. Gli inquirenti brancolano nel buio e solo forse quando le condizioni del ventiduenne lo permetteranno si potrà avere un quadro più chiaro dell’intera vicenda.