Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 824
SANTA CROCE CAMERINA - 19/04/2011
Cronache - S. Croce Camerina: l’incidente in contrada Passo Marinaro senza grosse conseguenze

Il giovane caduto nel pozzo ha rischiato la gamba

D.C., 22 anni, è stato trovato semiassiderato, ora sta meglio

Ha rischiato l’amputazione della gamba, D.C, 22 anni di Vittoria, il giovane che sabato sera è stato salvato da una pattuglia dei carabinieri di S.Croce dopo essere rimasto per oltre tre ore in un pozzo profondo venti metri. Il giovane era stato poi tirato fuori grazie all’intervento di una squadra speciale dei vigili del fuoco di Ragusa, la Speleo alpina fluviale, che era stata allertata dai colleghi del distaccamento di S.Croce.

Dopo il salvataggio, a causa dello stato di incoscienza del ragazzo, gli inquirenti non erano riusciti a chiarire i contorni della vicenda, dipanata solo ieri grazie alla ricostruzione data dallo stesso D.C. che ha potuto ricostruire i fatti che lo hanno reso involontario protagonista. Il giovane, che lavora nell’azienda del padre in contrada Passo Marinaro, a dieci chilometri da S.Croce, voleva togliere dal fondo del pozzo dell’azienda un vecchio frigorifero che qualcuno vi aveva buttato.

Con il camion di sua proprietà si era portato da solo e senza far conoscere a qualcuno le sue intenzioni nella stradina vicina al pozzo nel tardo pomeriggio di sabato, intorno alle ore 18,30, aveva abbassato la sponda del mezzo e si era calato all’interno del pozzo con delle funi per recuperare il frigo. Dopo aver legato il vecchio elettrodomestico, il giovane si rendeva conto però che non riusciva più a risalire dal fondo del bacino idrico così che iniziava a lanciare grida di soccorso, purtroppo rese vane dall’ora tarda e dalla zona poco frequentata.

D.C è rimasto in fondo al pozzo fino alle 21,30 quando è stato estratto dal fondo del pozzo dai vigili del fuoco allertati da una pattuglia dei carabinieri di S.Croce. Il giovane, come detto, ha rischiato l’amputazione della gamba a causa della lunga permanenza nell’acqua fredda del pozzo ma l’estremo intervento è stato evitato dai sanitari del «Guzzardi» di Vittoria. Le condizioni di D.C sono migliorate già da domenica sebbene rimane ancora sotto osservazione. La sua avventura sarà fra qualche tempo solo un brutto ricordo.