Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 234
SANTA CROCE CAMERINA - 23/02/2011
Cronache - Santa Croce Camerina: era utilizzata da un immigrato come ricovero giornaliero

Fiamme in una casa rurale di contrada Randello

Il fuoco è partito dalla parte basale della casa, dall’unica stanza di cui è costituito l’immobile e poi si è propagato al tetto

Fuoco in una casa rurale in contrada Randello, a cinque chilometri dalla cittadina, nella zona di maggiore concentrazione delle colture serricole. Intorno alle ore 23 di martedì sera un incendio è scoppiato in una piccola casa di appena 20 metri quadrati, utilizzata da un immigrato come ricovero giornaliero durante le ore di lavoro presso le serre.

Il fuoco è partito dalla parte basale della casa, dall’unica stanza di cui è costituito l’immobile e poi si è propagato al tetto costituito da canne e legno, distruggendola quasi completamente. I vigili del fuoco del locale distaccamento sono intervenuti quando ormai le fiamme avevano avvolto quasi intermante la casa e sono riusciti solo a impedire che l’incendio provocasse lo scoppio di due bombole del gas in gpl. I pompieri infatti hanno provveduto subito a raffreddare le due bombole in gpl con getti d’acqua nebulizzata portandole fuori dall’abitazione e riponendole al sicuro.

Sul posto sono anche intervenuti i carabinieri della locale caserma per gli accertamenti necessari. Si pensa che l’incendio sia stato di natura dolosa in quanto, sebbene non sono state trovate tracce di materiale incendiabile portato dall’esterno, la casa non aveva un impianto elettrico e al momento del rogo, divampato sotto una fitta pioggia, non erano presenti persone all’interno che potevano aver causato accidentalmente la formazione di fiamme o scintille.