Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 10:52 - Lettori online 736
SANTA CROCE CAMERINA - 10/02/2011
Cronache - Santa Croce Camerina: sono intervenuti i vigili del fuoco

Casa a fuoco a S. Croce, è inagibile. Nessuna vittima

E’ il sesto rogo in meno di un anno nella cittadina e nel suo territorio

Ancora un incendio in una abitazione del centro urbano ed il sesto in meno di un anno nella cittadina e nel suo territorio. Interessata una abitazione di via dei Martiri Fratelli Romeo, la strada di fronte la chiesa madre, in pieno centro storico. La casa, una abitazione a un solo piano degli inizi del secolo scorso, tipica della civiltà contadina, era abitata da extracomunitari che ieri mattina, andando a lavorare, inavvertitamente hanno dimenticato accesa una candela, usata in questi giorni per farsi un po’ di luce, visto che l’immobile non era dotato attualmente della corrente elettrica.

La cera accesa consumandosi ha intaccato il tavolo in legno dove era poggiata la candela, provocando un intenso fumo e del forte calore che si è trasmesso in un vano cucina adiacente, intaccando altre suppellettili e mobili vari. Gli ambienti, rimanendo chiusi, non hanno fatto sviluppare un incendio vero e proprio ma provocato solo dell’intenso fumo che, uscendo dal tetto, è stato notato dai vicini di casa che, dopo le ore 18 di ieri pomeriggio, hanno dato l’allarme facendo accorrere i vigili del fuoco del locale distaccamento. Nell’abitazione intanto accorreva il proprietario che riusciva a spegnere l’inizio di incendio nel vano cucina ma nulla poteva fare per le fiamme che si stavano sviluppando su alcune travi del tetto grazie al contatto con l’aria esterna.

I vigili del fuoco accorsi hanno provveduto a spegnere l’incendio che intanto aveva avvolto tutto il tetto, isolandolo dalle abitazioni vicine e impedendo che il fuoco si propagasse. La struttura però è stata dichiarata inagibile proprio a causa del rogo che aveva intanto danneggiato le travi principali.