Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:05 - Lettori online 1422
SANTA CROCE CAMERINA - 14/09/2010
Cronache - Santa Croce Camerina: a ridosso della discarica di materiali inerti di contrada Canestanco

Baracca in fiamme, fugge l´immigrato che la occupava

L’uomo, senza dare spiegazioni, si è subito dileguato mentre i vigili del fuoco, assicuratisi che non ci fosse una bombola del gas, hanno affrontato le fiamme spegnendole in poco tempo

Un rogo ha distrutto completamente una baracca di legno situata a ridosso della discarica di materiali inerti di contrada Canestanco, lungo la provinciale per Marina di Ragusa. I proprietari di abitazioni adiacenti e quelli di alcuni apprestamenti serricoli vicini hanno dato l’allarme e sul posto sono giunti i vigili volontari del distaccamento di S.Croce che hanno agito con circospezione nell’eventualità la baracca fosse abitata. Ed in effetti l’abitazione in legno, semplice e fatiscente, era il ricovero di un migrante che, quando sono giunti i vigili del fuoco, si è dato alla fuga essendo, con tutta probabilità, non in regola con il permesso di soggiorno, come precisato dagli stessi volontari.

L’uomo, senza dare spiegazioni, si è subito dileguato mentre i vigili del fuoco, assicuratisi che non ci fosse una bombola del gas, hanno affrontato le fiamme spegnendole in poco tempo. Nel circoscrivere la fiamme, gli uomini del volontariato di pronto intervento, hanno dovuto fare attenzione che frammenti incandescenti non raggiungessero i materiali ingombranti presenti nella vicina discarica, che avrebbero potuto provocare un incendio ben più consistente.

Ricordiamo che proprio un anno fa, fra la fine di luglio ed agosto, ben due incendi, forse dolosi, hanno provocato un rogo di enormi dimensioni che aveva fatto temere per un danno ambientale provocato dalla nuvola di fumi. Stavolta invece, grazie al pronto intervento dei Vigili del fuoco del distaccamento di S.Croce, il peggio è stato evitato.