Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1159
RAGUSA - 07/07/2010
Cronache - Ragusa: indagini giudiziarie rivelate dallo stesso assessore destinatario informazione

Fondi Insicem, 10 avvisi di garanzia. Cavallo: "Fiducioso"

L’assessore allo Sviluppo economico ha dato personalmente la notizia durante la seduta del Consiglio provinciale. In tutto sono 10 gli indagati per la gestione dei fondi, fra questi due dirigenti di banche
Foto CorrierediRagusa.it

«Ho ricevuto avviso di garanzia dalla Procura della Repubblica di Ragusa per la vicenda relativa ai Fondi ex Insicem». Prima che la notizia uscisse dal palazzo sotto forma di indiscrezione, l’assessore Enzo Cavallo (nella foto) ha anticipato tutti.

Durante la seduta del Consiglio provinciale ha lasciato a bocca aperta i consiglieri che ancora non sapevano la notizia. «Ho ricevuto invito a comparire in Procura, sono pronto a chiarire ogni cosa»- ha dichiarato ostentando calma l’assessore allo Sviluppo economico.

La notifica a comparire riguarda la gestione della misura 5 del piano di utilizzo dei Fondi ex Insicem destinati alle imprese. «Ritengo opportuno, corretto e doveroso- ha continuato l’assessore- rappresentare al Consiglio questa comunicazione di garanzia della Procura della Repubblica di Ragusa, nella qualità di componente dell’organismo di garanzia dei fondi ex Insicem, e attendo con la massima fiducia che sia fatta al più presto chiarezza su tutto».

Ma non è solo Enzo Cavallo ad avere ricevuto la notifica dell´informazione di garanzia in merito alle indagini condotte dalla Guardia di Finanza di Ragusa, coordinate dal procuratore capo Carmelo Petralia. Sono in tutto 10 i soggetti indagati dalla Procura per la gestione dei Fondi ex Insicem, circa 8 milioni di euro da dividere alle imprese del territorio.

Nella lista, con Enzo Cavallo ci sono anche Salvatore Piazza, segretario generale alla Provincia, Antonio Calabrese e Giorgio Frasca Caccia, assessori comunali a Modica, Roberto Canzonieri dell´Ance, Giorgio Ragusa della Camera di Commercio, Giorgio Bandiera della Uil, Rosario Dibennardo per la Camera di Commercio. E infine due dirigenti di banche: Salvatore Inghilterra della Bapr, e Salvatore Garrone della Bcc della Contea di Modica.

I reati ipotizzati dagli organi inquirenti sono abuso d´ufficio e per quanto riguarda i componenti del Comitato di garanzia una sorta di culpa in vigilando. Tutte le imprese che hanno partecipato al bando di concorso per ottenere finanziamento avrebbero ottenuto l´ammissione a partecipare. Secondo la tesi sostenuta dalla difesa, se tutti sono stati ammessi chi sarebbe stato penalizzato?