Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 12:04 - Lettori online 845
RAGUSA - 18/02/2010
Cronache - Ragusa: evasione di Irpef e Iva per 424mila euro

La GdF scopre un imprenditore "fantasma" ignoto al fisco

L’uomo aveva trovato il modo di bypassare la dichiarazione dei redditi

La guardia di finanza ha scoperto un imprenditore edile "fantasma", nel senso che per il fisco non era mai esistito. L´uomo, nel periodo dal 2006 al 2009 ha evaso l´agenzia delle entrate per 424 mila euro. Un omissione nella dichiarazione dei redditi per quasi 360 mila euro a cui si devono aggiungere circa 64 mila euro di Iva. Una bella somma che l´imprenditore fantasma si era ben guardato dal comunicare al fisco. Ma, attraverso un controllo mirato nei confronti dei soggetti che operano nel settore edile, le fiamme gialle hanno scoperto l´ingente truffa ai danni dello stato.

L´uomo aveva trovato il modo di bypassare la dichiarazione dei redditi, fatturando le proprie prestazioni avvalendoli dell´esenzione dell´Iva che è prevista dalla legge per i sub-appaltatori. Un meccanismo contabile noto come «reverse charge» che viene applicato anche per le opere di mano d´opera dei subappaltatori che svolgono attività di costruzione e ristrutturazione di immobili per imprese edili. L´imprenditore, tuttavia, non possedeva alcuna documentazione che comprovava i requisiti essenziali per poterne usufruire. Le attente indagini della Guardia di finanza hanno rivelato il trucco usato dall´uomo, che ora dovrà rispondere di quando evaso al fisco.