Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 742
RAGUSA - 10/02/2010
Cronache - Ragusa: l’uomo, 42 anni, agiva anche in presenza dei figlioletti. E’ stato arrestato

Padre padrone romeno picchia la moglie, costringendola a fare sesso

Decisivo il sostegno alle vittime delle operatrici del centro antiviolenza

Un padre padrone violento, che, armato di coltellaccio, minacciava la moglie e i tre figli, 2 dei quali minorenni. L’uomo, un 42enne di nazionalità romena, aveva isolato la famiglia, imprigionandola in una cappa di terrore e oppressione, con tutta una serie d’incessanti violenze psicologiche messe in atto con minacce, ammonimenti, urla e improvvisi quanto ingiustificati scatti d’ira. Ma il romeno non si limitava a queste già pur gravi azioni, non esitando anzi a picchiare selvaggiamente la moglie davanti agli atterriti figli, sferrando calci e pugni con violenza inaudita.

L’incubo, per la donna, continuava anche la notte, visto che l’uomo la costringeva a pratiche sessuali violente, dietro la minaccia del coltello da cucina nascosto sotto il cuscino. Un autentico inferno che ha avuto fine con l’arresto dell’uomo, dopo la denuncia delle vittime, che, in un impeto di coraggio estremo, hanno trovato la forza necessaria ad infrangere lo spesso muro del silenzio. Un passo difficile reso possibile anche grazie al sostegno alle vittime delle operatrici del centro antiviolenza. Le delicate indagini, condotte dalla sezione specializzata della Squadra Mobile, hanno consentito d’inchiodare l’uomo alle proprie responsabilità. Il romeno è adesso rinchiuso nel carcere di Ragusa, mentre la famiglia sta rimettendo assieme i cocci per ricominciare una vita normale.