Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 514
RAGUSA - 23/11/2009
Cronache - Ragusa: truffa denunciata da un anziano e sventata dalla Polizia

Badante pulisce casa e conto corrente al datore di lavoro

Una ragusana di 37 anni, oltre a pulire la casa «ripuliva» anche il conto corrente del pensionato con la carta di credito. Denunciata a piede libero Foto Corrierediragusa.it

Colf molto pulita, oltre alla polvere fa sparire anche gli oggetti in oro e prosciuga il conto corrente della vittima che l’aveva assunta come donna delle pulizie. Il raggiro compiuto da una donna ragusana di 37 anni, C.V., denunciata in stato di libertà alla Procura della Repubblica, è stato sventato dagli inquirenti del Commissariato di Ragusa coordinati dal dirigente Marzia Giustolisi.

Vittima predestinata, un anziano pensionato che ha denunciato tutto appena s’è accorto che il suo conto corrente s´era quasi prosciugato. Al controllo dell´ estratto conto s’è accorto che cospicue somme di denaro venivano prelevate a sua insaputa attraverso la sua carta di credito.

Dalle accurate indagini attraverso i filmati registrati dalle telecamere bancarie, la Polizia ha scoperto che a effettuare i prelievi era sempre la solita donna, peraltro già nota alle forze dell’ordine. La conferma della truffa la dava la vittima, asserendo di avere alle sue dipendenze per lavori domestici proprio la donna che prelevava soldi dai bancomat della città.

Per quanto riguarda le «pulizie» totali della casa, gli inquirenti hanno accertato che la donna s’era procurata una seconda chiave dell’abitazione, grazie alla quale approfittava delle migliori circostanze per eludere i controlli del proprietario. Dal primo inventario effettuato, oltre ai soldi spillati dal conto corrente, il pensionato ha denunciato l’ammanco di un costoso gioiello in oro.