Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1012
RAGUSA - 03/10/2009
Cronache - Ragusa: erano ricercati da tempo dopo la fuga dai centri d’accoglienza

Erano pericolosi latitanti, 2 tunisini rintracciati dalla Polizia

Heidi Ammar e Moez Balhaj, di 26 e 29 anni, sono stati scoperti dagli agenti del «nucleo scorte internazionali» Foto Corrierediragusa.it

Erano dei pericolosi latitanti. Si nascondevano in provincia di Ragusa dopo essere fuggiti dal centro di accoglienza di Pian del Lago a Caltanissetta e da quello di Bari Palese. Due tunisini, Heidi Ammar e Moez Balhaj, di 26 e 29 anni, sono stati scoperti dagli agenti del «nucleo scorte internazionali» in servizio alla Questura di Ragusa. Gli agenti hanno eseguito l’accompagnamento coatto in Tunisia dei due pericolosi immigrati, implicati in vicende di droga. Non è escluso che i due tunisini potessero organizzare una rete di spaccio anche nella provincia iblea.

Un pericolo scongiurato dal pronto intervento della Polizia che, dopo settimane d’indagini, è risalita ai due immigrati, già accompagnati in Tunisia. Ammar, destinatario di un decreto di espulsione con contestuale ordine del Questore di Ragusa a lasciare il territorio nazionale entro cinque giorni, era stato arrestato di recente assieme a Balhaj e ad altri quattro connazionali per spaccio di droga. I due tunisini erano poi stati condannati dal giudice del tribunale di Ragusa ad oltre tre anni di carcere.