Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 761
RAGUSA - 10/05/2009
Cronache - Ragusa: il sinistro si è registrato ieri pomeriggio in via Risorgimento, allo svincolo per Ibla

Albanesi provocano incidente stradale e si picchiano tra loro. Ferito un ragusano

Si sono scontrate frontalmente una Renault Clio condotta da un 25enne di Ragusa ed un’Opel Corsa guidata dall’albanese con a bordo altri 4 connazionali
Foto CorrierediRagusa.it

Restano coinvolti in un incidente stradale e, invece di aiutarsi a vicenda, cominciano a picchiarsi senza apparente motivo. E’ l’inspiegabile comportamento di un gruppo di albanesi, protagonisti dell’incidente registratosi ieri pomeriggio a Ragusa, lungo Via Risorgimento, all’altezza dello svincolo per Ibla. Si sono scontrate frontalmente una Renault Clio condotta da un 25enne di Ragusa ed un’Opel Corsa (nella foto) guidata da un 20enne di cittadinanza albanese con altri 4 connazionali a bordo.

Il ragusano viaggiava da solo in direzione Ragusa. L’albanese guidava invece in direzione opposta. Lo scontro si è verificato in piena curva. Secondo la prima ricostruzione, pare che l’auto condotta dall’albanese abbia invaso la corsia opposta, finendo contro la Renault guidata dal giovane ragusano.

Lievi le conseguenze fisiche per gli occupanti dell’Opel condotta dal ragazzo albanese. Tre di loro sono stati condotti al vicino ospedale «Civile» per accertamenti e poi subito dimessi. Dopo la collisione, come accennato, si è scatenata la rissa tra gli stessi albanesi che, invece di prestare soccorso al ragusano, se la sono presa con il guidatore dell´auto a bordo della quale viaggiavano.

Gli albanesi avrebbero inveito contro il connazionale perchè, a loro avviso, avrebbe causato l’incidente che ha impedito loro di prendere parte al matrimonio una coppia di loro amici connazionali. Sono intervenuti i Carabinieri del comando provinciale, la Polizia, i Vigili del fuoco e l’ambulanza del 118.