Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 634
RAGUSA - 09/04/2009
Cronache - Ragusa: rubate pillole d’amore in una parafarmacia di via Di Vittorio

Furto di viagra a Ragusa, per necessità o fini di lucro?

Un uomo di 34 anni ha arraffato scatole di compresse eccitanti. Riconosciuto e denunciato a piede libero

Dopo i preservativi, anche il furto del viagra. La giovane età del «ladro», appena 34 anni, non concede neanche un’attenuante generica in sede di processo. Un pensionato avrebbe potuto essere reo confesso per necessità, per uso personale, per soddisfare un bisogno improvviso per fare felici sensi e ragione; ma per un giovane no, rubare viagra sotto gli "anta" fa sorgere più d’un sospetto sul fine di lucro. A meno che non dimostri defaillances precoci nelle prestazioni sessuali, come quelle che un giovane Lando Buzzanca risolveva dissetandosi di acqua Pozzillo direttamente alla fonte.

Se è vero che fare sesso equivale a un bisogno fisiologico primario da soddisfare, come l´aria che si respira e il mangiare e bere più volte al giorno, il 34enne ragusano potrà dire che in tempi di crisi economica oltre alla difficoltà per comprare alimenti non poteva permettersi nemmeno l’acquisto delle compresse dell’amore.

Di certo, la notizia del furto di viagra avvenuto nella parfarmacia di via Di Vittorio a Ragusa, più che suscitare lo sdegno che si prova di fronte a un normale evento malavitoso, provoca ilarità. Il giovane cliente arrapato che si presenta davanti alla parafarmacista in camice bianco alla quale chiede sotto minaccia verbale la consegna di 2-3 scatole di viagra (90 euro il valore stimato della refurtiva), e che va in «bianco» la prima volta per la resistenza della titolare, fa proprio sorridere. E ancora più comica diventa la econda scena quando il «ladro» si ripresenta con più decisione e arraffa scatole di viagra sfruttando la favorevole presenza di altri clienti.

Il giovane è stato individuato dalla Polizia nei pressi del Palazama, aveva in tasca 700 euro. Il ricavato delle compresse vendute ad altri clienti anonimi? Se il buon Marco Pannella fosse più giovane avvierebbe una nuova battaglia sociale anni ´70 come quelle dell´aborto e della liberalizzazione delle droghe leggere. Nel decreto "Milleproroghe" il cavaliere Berlusconi renda mutuabile il farmaco viagra, per consentire la spinta sessuale a giovani e attempati evitando a malavitosi ingegnosi che lo rubino per fini di lucro.