Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:08 - Lettori online 824
RAGUSA - 06/02/2009
Cronache - Ragusa - Sciolta la riserva sul tunisino: resta in carcere

Presunto stupro su romena: il giudice convalida il fermo

L’immigrato ha fornito una versione dei fatti differente. Il magistrato Ignaccolo ha deciso per la permanenza in carcere Foto Corrierediragusa.it

Il giudice per le indagini preliminari Vincenzo Ignaccolo ha interrogato venerdì in carcere, alla presenza dell’avvocato d’ufficio Valentino Coria, il tunisino Tourka Faycel (nella foto), accusato di stupro nei confronti di una ragazza romena, di sequestro di persona e di rapina, oltre che di clandestinità. Dopo aver preso 24 ore di tempo, stamani ha convalidato il fermo.

L’accusato nel corso dell´interrogato ha contestato l’addebito che gli viene formulato ed ha fornito una diversa versione dei fatti, che ovviamente rimane coperta dal segreto istruttorio.

Per quanto riguarda il fronte delle indagini, Squadra mobile e Polizia di Vittoria sono alla ricerca degli altri tunisini che avrebbero partecipato al reato contestato.

Per la cronaca, Tourka Faycel è stato tratto in fermo d’indiziato di delitto mentre era nascosto dentro un armadio del casolare dove si sarebbe verificata la presunta violenza sessuale. Con lui, riconosciuto dalle presunte vittime, c’erano anche altri 6 clandestini. Uno è stato arrestato per non avere osservato un precedente provvedimento di espulsione, per gli altri sono state avviate le pratiche per la regolarizzazione.