Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 514
RAGUSA - 01/12/2008
Cronache - Ragusa - La ragazza, residente a Comiso, non era rincasata

Studentessa comisana 19enne si lancia dal ponte di via Roma

Il secondo suicidio in due settimane con la stessa modalità Foto Corrierediragusa.it

Due suicidi in meno di due settimane. Dopo il 16enne di Ragusa, oggi è stata un studentessa di 19 anni di Comiso a decidere di togliersi la vita, scegliendo sempre il comune capoluogo per attuare l´insano gesto. Anche questa studentessa, al primo anno d´università, ha deciso di togliersi la vita lanciandosi da un ponte.

Sono stati i vigili del fuoco a rinvenire il cadavere tra la vegetazione sottostante il viadotto nella parte terminale di via Roma (nella foto). La giovane, che risiedeva con i genitori a Comiso, si era allontanata da casa la sera prima. Non vedendola rincasare nonostante fosse notte fonda, i familiari avevano subito lanciato l´allarme. Immediate le ricerche della Polizia non solo nel Comisano, ma anche nel resto della provincia. Il ritrovamento da parte degli agenti dell´auto della giovane, parcheggiata ai bordi dlela strada, nei pressi del ponte a Ragusa, ha subito fatto temere il peggio.

I vigili del fuoco hanno purtroppo confermato i peggiori sospetti. Immediato il decesso della giovane, a seguito della frattura cranica dovuta al violento impatto al suolo, dopo il lancio nel vuoto di diverse decine di metri. La salma è stata riconsegnata ai genitori per le esequie funebri.

La 19enne era nota a Comiso come una ragazza allegra e gioviale. Così la ricordano gli amici e alcuni ex professori e dirigenti scolastici. La studentessa aveva conseguito brillanti risultati nei cinque anni di liceo classico. Il suo ex preside, il professore Corrado Roccaro, ha anche affermato che proprio poco tempo fa la giovane si era recata da lui per ritirare dei documenti necessari all’università. La ragazza, che si era appena iscritta a Catania, aveva riferito al suo ex preside del liceo che stava andando tutto bene in riferimento all´avvio degli studi universitari.

Con la studentessa comisana di 19 anni sono due le vite spezzate in maniera inspiegabile in pochi giorni a causa di un male oscuro che affligge sempre più i nostri giovani. Un male che attualmente non conosce antidoti e che colpisce all’improvviso, seminando incredulità e dolore.