Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 20 Giugno 2018 - Aggiornato alle 23:31
RAGUSA - 03/03/2018
Cronache - L’ultima vittima in ordine di tempo era un operaio pozzallese in servizio a Ispica

Due incidenti stradali in 24 ore: muoiono Distefano e Firrincieli

Per entrambe le vittime i soccorsi si sono rivelati vani Foto Corrierediragusa.it

Due morti in 24 ore negli Iblei: l’ultimo incidente mortale in ordine di tempo si è verificato venerdì sera sulla Pozzallo – Ispica: a perdere la vita un 67enne pozzallese, Salvatore Distefano, operaio all’ufficio manutenzioni al comune di Ispica. Proprio dalla cittadina ispicese l’uomo stava facendo rientro a Pozzallo in sella al suo scooter quando, per cause da accertare, si è scontrato con un automezzo guidato da un 55enne di Ispica, parrucchiere, rimasto illeso e ora indagato per omicidio stradale. Per Distefano non c’è stato nulla da fare, nonostante i medici dell’ospedale Maggiore di Modica, dove l’uomo è spirato, abbiano tentato il possibile per strapparlo alla morte. Come accennato, le dinamiche dell’incidente mortale sono ora al vaglio degli inquirenti per accertare eventuali responsabilità.

Giovedì sera aveva perso la vita a Ragusa un 65enne, Giorgio Firrincieli. L’uomo, mentre era alla guida della propria auto, all´improvviso ne aveva perso il controllo, schiantandosi contro un palo della pubblica illuminazione e perdendo la vita. L’incidente autonomo si era verificato in via Carducci, all’intersezione con via Cairoli. L’uomo era alla guida di una Fiat Panda, quando di colpo era andato a sbattere contro il palo. Il 65enne era morto poco dopo, nonostante i soccorsi. Erano intervenuti anche polizia locale e vigili del fuoco per la rimozione del palo della luce e dell´auto incidentata. Pare che alla base dell´incidente fatale vi sia stato un malore del conducente, forse un arresto cardiocircolatorio.