Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 21 Maggio 2018 - Aggiornato alle 19:41
RAGUSA - 16/01/2018
Cronache - Operazione "Capolinea" dei carabinieri

"Capolinea": 10 persone in manette per droga

In azione 70 militari Foto Corrierediragusa.it

Era fiorente la vendita di droga gestita da alcuni soggetti, ciascuno limitatamente alle proprie responsabilità e che, stando alle indagini, avevano costituito due distinti gruppi criminali, uno operante a Vittoria ed Acate, e l’altro a Ispica e Pozzallo, dediti allo spaccio di eroina acquistata al di fuori del territorio ibleo, dove invece veniva smerciata. E’ quanto scoperto dai carabinieri nell’operazione «Capolinea» conclusasi con l’arresto di 10 persone, di cui 8 di origine nordafricana rinchiuse in carcere. In manette anche 2 italiani, Stefano Occhipinti e Maria Barrera, di 25 e 35 anni, residenti a Pozzallo e ammessi ai domiciliari, in particolare la donna in quanto da poco diventata mamma. Dalle prime ore della mattinata di martedì sono entrati in azione oltre 70 militari dell’arma per dare esecuzione alle 9 misure cautelari, emesse dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Ragusa su richiesta della procura.

Uno dei provvedimenti cautelari è stato eseguito a Castel Volturno, in provincia di Caserta, e un altro in territorio di Ravenna, luoghi dove i due gruppi si rifornivano di droga da spacciare poi nel Ragusano e destinata principalmente ai giovani della movida notturna e non solo. Effettuate anche decine di perquisizioni nel corso delle indagini che hanno accertato le metodologie di trasporto della droga da parte dei corrieri, uno dei quali la ingoiava in ovuli per non farsela trovare addosso, a rischio della sua stessa vita. Le indagini, dal dicembre 2016 al giugno dello scorso anno, hanno dunque consentito di documentare oltre 150 episodi di spaccio con il sequestro, a più riprese, di ingenti quantitativi di droga.