Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 19 Agosto 2017 - Aggiornato alle 15:22 - Lettori online 809
RAGUSA - 27/07/2017
Cronache - Sono accusati di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso

Spaccio di droga a Modica e Scicli: 4 arresti

Gli indagati sono stati dunque rinchiusi nel carcere di Ragusa Foto Corrierediragusa.it

Spaccio di sostanze stupefacenti in concorso. Con questa accusa i carabinieri della compagnia di Modica hanno arrestato 4 persone che gli stessi militari ritengono fare parte di una solida rete di spacciatori di droga, sgominata all´alba di giovedì nell´ambito dell´operazione "Take away". Le manette sono scattate ai polsi di Roberto Bellaera, Michele Ereddia e Antonio Giordanella, tutti modicani di 33, 37 e 47 anni, e del catanese Michele Fichera, 51 anni (da sx nella foto). Tutti sono già noti alle forze dell´ordine. Stando alle indagini, i quattro avrebbero illecitamente detenuto, trasportato, offerto, venduto o comunque ceduto a terzi cocaina e marijuana.

I militari già da gennaio 2016 tenevano sotto´occhio Ereddia per alcuni sospetti circa illecite condotte di falsificazione e spendita di monete false. L´uomo effettuava numerosi viaggi fuori provincia, anche di breve durata, e manteneva contatti con persone segnalate per diversi generi di reato. Le indagini si sono protratte fino a settembre 2016 ed hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza a carico degli indagati, consentendo di accertare i viaggi finalizzati all’approvvigionamento dello stupefacente, nonché di individuare i movimenti relativi all’attività di spaccio al minuto.

Nel corso dell’attività d’indagine, i carabinieri hanno arrestato in flagranza tre soggetti ed hanno sequestrato in totale circa 110 grammi di marijuana, 720 grammi di hashish e 5 grammi di cocaina, ceduti in più occasioni da alcuni degli indagati. Il canale di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti è stato individuato a Catania, dove Michele Fichera provvedeva a fornire la droga agli altri indagati.

Inoltre, i militari dell’arma hanno accertato più di 30 episodi di spaccio avvenuti su tutta la provincia di Ragusa, in particolare a Modica e Scicli, località dove gli indagati gestivano un ampio traffico di sostanze stupefacenti, grazie al quale ci campavano, grazie ad un giro di contante stimato in svariate decine di migliaia di euro. Gli indagati sono stati dunque rinchiusi nel carcere di Ragusa.