Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 24 Agosto 2017 - Aggiornato alle 1:19 - Lettori online 480
RAGUSA - 10/03/2017
Cronache - Lo ha deciso il gup di Catania

Tecnico Asp 7 di Ragusa assolto

L’uomo è stato difeso dagli avvocati Enzo Trantino e Fabrizio Cavallo Foto Corrierediragusa.it

Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Catania ha pronunciato sentenza di assoluzione nei confronti di Giorgio Cappello, 53 anni, tecnico dell’Asp 7 di Ragusa, per le accuse di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Cappello era stato arrestato, ammesso ai domiciliari e sospeso dal servizio il 4 febbraio del 2014 perché ritenuto essere dagli inquirenti responsabile di aver fatto parte della presunta associazione, fornendo, secondo l´accusa, le false certificazioni sull’idoneità igienico-sanitaria di appartamenti destinati a ospitare immigrati cinesi. Difeso dagli avvocati Enzo Trantino e Fabrizio Cavallo, già in fase d’indagine Cappello aveva ottenuto dalla Corte di Cassazione l’annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare per «insussistenza di indizi di colpevolezza» e il 23 febbraio 2014 era stato rimesso in libertà. I difensori avevano quindi scelto il rito abbreviato celebrato martedì scorso dinanzi al gup Santino Mirabella, che ha assolto Giorgio Cappello per non aver commesso il fatto.